Presentazione del libro Grazie Oriana
Data: 04/12/2006

Diversamente al solito modo di porre a confronto su un medesimo tema due differenti portatori di idee, opinioni e tesi, per la presentazione del libro scritto da Riccardo Mazzoni “Grazie Oriana. Pensieri e parole inedite di Oriana Fallaci dopo l’11 settembre 2001” la “Libera Opinione” ha ritenuto opportuno dare un’impronta del tutto nuova all’incontro, lasciando spazio alle argomentazioni del solo autore. La motivazione di questa scelta va principalmente ricercata nella personalità di Oriana Fallaci, e nel modo con il quale ha affrontato da sempre le note tematiche sul mondo islamico; tutti elementi che, in vista dell’incontro, agli occhi del Consiglio direttivo e dello stesso Presidente hanno costituito un humus di per se stesso sufficiente per stimolare ad approfondire la discussione. 

La bontà della scelta è stata confermata dalla grande partecipazione di pubblico, chiara dimostrazione dell’affetto dei toscani verso la giornalista-scrittrice, le cui gesta vengono fatte rivivere nella narrazione di interessanti spunti aneddotici, riferiti principalmente ai suoi ultimi cinque anni di vita, ovvero dall’attentato alle Torri Gemelle, fino alla morte avvenuta nel novembre del 2006. 

Non sono certamente mancati interventi, numerosi spunti critici e commenti da parte dalla platea, quasi a voler rivendicare una sensibilità comune riguardo temi delicati quali la crisi d’identità dell’occidente e la prospettiva tutt’altro che remota dello scontro tra civiltà. 

L’autore, nel corso dell’incontro, ha voluto spiegare i motivi che lo hanno spinto a scrivere il libro, sottolineando a più riprese il punto di vista della protagonista alla luce dei complicati rapporti fra Occidente ed Islam, della guerra totale che alcune élites integraliste, attraverso il risveglio islamico, hanno prima a lungo preconizzato e poi dichiarato apertamente. Un fenomeno paragonabile soltanto alle grandi rivoluzioni che hanno caratterizzato gli ultimi secoli del millennio passato, e che l’Europa (che la Fallaci chiama Eurabia) sta pericolosamente sottovalutando. “Oriana Fallaci – ha commentato in conclusione Mazzoni – prima di morire ci ha posti tutti di fronte alla questione cruciale della nostra epoca, con cui avremo a che fare non solo noi, ma anche i nostri figli: l’integrazione musulmana, un’integrazione che purtroppo è già fallita in Gran Bretagna, Francia e Olanda...”