Universitą in Maremma, Attualitą e prospettive
Data: 21/06/2010

Nell’autorevole cornice dell’Aula Magna del Polo Universitario di Grosseto si è tenuto un importante ed attuale convegno sul futuro e le prospettive dell’Università in Maremma. L’Associazione libera Opinione ha tra i suoi scopi statutari quello di stimolare azioni d’informazione, di documentazione e di divulgazione per ogni attività atta a favorire lo sviluppo culturale, economico, sociale e scientifico degli associati e del tessuto socio-economico ove essi vivono. Pertanto ha ritenuto necessario organizzare questo convegno dal titolo “Università in Maremma. Attualità e prospettive”, analizzando l’attuale realtà, ma soprattutto, dalle testimonianze e dagli interventi degli ospiti, conoscere le progettualità future, l’impegno istituzionale, l’allocazione dalle risorse, insomma la loro visione per il consolidamento dell’attività universitaria a Grosseto, per la Città, ma soprattutto per la provincia intera. Il numeroso, qualificato ed interessato pubblico, ha potuto ascoltare i rappresentanti delle massime istituzioni pubbliche che sono anche le maggiori sostenitrici e finanziatrici del Polo Universitario Grossetano. Tutti si sono dichiarati concordi nel ritenere l’Università fondamentale per l’accrescimento culturale e la promozione del territorio maremmano. Nel merito il Presidente della Camera di Commercio di Grosseto, Gianni Lamioni, ha ritenuto necessario sottolineare che l’attività didattica dell’università in Maremma, oltre ad essere in linea con i bisogni del territorio,deve avere la qualità e la possibilità di attrarre altri studenti da altre parti d’Italia. Per il Sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi, l’impegno dell’amministrazione sarà garantito ma ha anche evidenziato che altri importanti soggetti istituzionali, pubblici e privati, dovrebbero incidere economicamente con maggiore peso al sostegno dell'attività e della presenza universitaria nel territorio. Molto atteso è stato l’intervento del Rettore dell’Università di Siena, Sivano Focardi, che pur confermando le difficoltà dell’Ateneo senese e l’introduzione della riforma universitaria che imporrà una profonda rivisitazione dei Corsi di Laurea, si è dichiarato favorevole a sostenere la presenza dell’Università in Maremma confidando anche in un forte convincimento delle Istituzioni locali. Nel suo intervento il Presidente della Amministrazione provinciale di Grosseto, Leonardo Marras, esprimendo sostegno all’università ed al Polo di Grosseto, ha dichiarato che questo dovrà essere considerato un punto di partenza e non di arrivo, con l’impegno di migliorare di anno in anno l’offerta formativa. Infine è intervenuto il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico del Polo Universitario Grossetano che ha svolto un’ampia disamina delle nuove iniziative e degli impegni di Facoltà che saranno attivati e sostenuti per l’anno accademico 2010. Il convegno è stato concluso da un breve intervento del Presidente dell’Associazione, Mauro Carri, che ha auspicato una sempre è più qualificata presenza universitaria per lo sviluppo dei saperi e per offrire una correlazione con le attività produttive e del lavoro. Una Università dove trovino libero dibattito tutte le culture di pensiero caratterizzanti le democrazie occidentali e le libertà sociali, una Università aperta, non autoreferenziale, ma consapevole del ruolo e della responsabilità ad essa demandata per un continuo progresso civico.